Anteprimasport

IL MARTINA CHIUDE IN BELLEZZA

tursitursi 2

ANCHE PICCI SPETTATORE ASSISTE AI DUE BOATI AL TURSI . LA COMPAGINE DI PIZZULLI LIQUIDA ANCHE IL MASSAFRA CON UN 2-1 MOLTO CONVINCENTE E I TIFOSI SONO PIU’ FIDUCIOSI PER LA SFIDA SPAREGGIO CONTRO IL BARLETTA.

Il gol al Tursi è sempre una magia fatta di emozioni e sensazioni forti, sarà quell’acustica speciale, sarà l’effetto stereo provocato dai due inossidabili settori del tifo sempre presenti( CURVA NORD e MARTINA NEL CUORE), certo è che il boato che segue ogni gol è sempre un momento di gioia collettiva, un mix di esplosione di orgoglio di appartenenza che si rinnova ogni volta che il pallone gonfia le reti avversarie. Il Tursi più lo frequenti più ti  affascina, la vittoria è solo il suggello del pomeriggio vissuto sugli spalti invecchiati ma densi di ricordi di imprese leggendarie scritte in uno stadio nato e modellato nonostante le criticità,  per le imprese calcistiche. Contro il Massafra affamato di punti salvezza il Martina ha sciorinato anche qualche sprazzo di bel gioco e la vittoria finale, costruita grazie a due belle marcature di Mangialardi e Delgado, non fa una grinza. Anche se il primo posto è già stato blindato con 5 giornate d’anticipo, la conquista della vittoria di fronte al proprio pubblico ha sempre un significato speciale e il Martina oggi ha onorato l’impegno e la sua appassionata tifoseria con una prestazione convincente. Ottimo viatico verso la finalissima-spareggio contro l’altra dominatrice dell’eccellenza Pugliese , il Barletta impegnato  in gara due in settimana per i quarti di Coppa  dopo il 2-1 subito,  sul campo di Canosa. In tribuna al Tursi poi oggi i tifosi hanno ritrovato un ex beniamino, il bomber Picci che sarà il valore aggiunto all’attacco biancazzurro a cominciare dalla sfida-promozione contro il Barletta, non cosa di poco conto visto l’indiscusso valore del bomber barese con un passato anche nel Brescia di Caracciolo e grandi ricordi lasciati proprio a Martina

background